giovedì 16 febbraio 2012

Videovisione: una panoramica sulle piattaforme di streaming video

Streaming, marketplace e crowdsourcing sono le tre caratteristiche principali di Wim.tv. Non esiste un sito che fornisca tutti questi 3 servizi insieme, ma ci sono piattaforme video-oriented specializzate in ognuno di questi settori. Vediamo quali sono quelle orientate allo streaming.

Piattaforme di streaming

Piattaforme di streaming di tipo video sharing
(Vimeo, Ustream, Youtube, Metacafe, Dailymotion, Veoh, Break…)
Le piattaforme di streaming di tipo video sharing ospitano video realizzati dagli utenti, generici o tematici, che in alcuni casi contengono materiale di terze parti caricato senza autorizzazione, come spettacoli televisivi e video musicali.
In altri casi la piattaforma ha un orientamento tematico prestabilito. Ad esempio, nel caso di Vimeo, la mission è di fornire una vetrina per registi e creativi che caricano solo materiale originale. Su molti di questi siti è possibile caricare video con le licenze Creative Commons, anche su YouTube.

Piattaforme di streaming di tipo video sharing con revenue share
(Blip.tv, Revver, Revision3…)
Le piattaforme di streaming di tipo video sharing con revenue share permettono agli utenti di ricevere una percentuale di guadagno dalle entrate pubblicitarie (intorno al 40/50%) generate dai propri video, sindacandoli anche al di fuori del sito (Blip.tv ad esempio è presente anche su Google TV).

Piattaforme di streaming di tipo professionale
(Brightcove, Vzaar, Ooyala, Screen9, 23video, Kaltura…)
Le piattaforme di streaming di tipo professionale non fanno streaming all'interno del proprio sito ma esternamente, sul Web e su altri device dove necessita l’utente.
Non hanno quindi pagine pubbliche all’interno del proprio sito.
Hanno un costo di registrazione, permettono il caricamento multiplo di video e una gestione ed un editing dei contenuti con funzionalità di tipo Media Management.
Supportano la monetizzazione dei video, permettendo la gestione dell’inserimento di pubblicità nel corso dei video con sistemi più o meno avanzati (Ooyala ad esempio ha un sistema per cui l’utente, tramite un editor, può scegliere esattamente che tipo di pubblicità e a che secondo farla partire nel corso del video)

Nel prossimo capitolo analizzeremo le piattaforme di video marketplace e video crowdsourcing.
Stay tuned...

Nessun commento:

Posta un commento